Cosa mangiare e cosa evitare per restare in forma ai tempi del coronavirus

Cosa mangiare e cosa evitare per restare in forma ai tempi del coronavirus

Cosa mangiare e cosa evitare per restare in forma ai tempi del coronavirus 2560 1842 Ludovico

Nessun tipo cibo protegge dal coronavirus. Però possiamo darvi qualche consiglio e suggerimento utili per gestire i nostri pasti durante questo isolamento fatto di quasi totale sedentarietà.

In questo periodo particolare, in cui le cose da fare si riducono, è molto probabile togliersi qualche sfizio e farsi tentare dal nostro frigorifero.
A casa infatti, come succede spesso la domenica, e più in generale quando si ha più tempo e non si lavora, le persone tendono a farsi trasportare dalla noia e dallo stress e si buttano sul cibo. Questo è un fenomeno tipico, quindi state tranquilli tutto questo è pressoché normale.

La forza di ognuno di noi sta nel cercare di controllare questi impulsi e darsi delle regole.

Come al solito Skouty è qui per voi, per aiutarvi e consigliarvi una dieta sana per non prendere troppi chili anche stando fermi in casa. Come fare? Occupandosi della propria salute (stando a casa) e della propria alimentazione per evitare che alla fine di tutto questo ci si ritrovi a dover fare i conti con i chili di troppo.

I consigli per l’alimentazione: cosa mangiare, cosa evitare, cosa fare

Come è facile intuire, a causa di questo virus è aumentata la sedentarietà, tra lavoro da remoto, lezioni online, riunioni e call collettive. È importante ora più che mai stare attenti a quello che assumiamo.

Attenzione alla calorie: no a troppi grassi e zuccheri

Per prima cosa bisognerebbe infatti evitare di ingerire troppe calorie, perché il nostro metabolismo, stando troppo fermi, rallenta, di conseguenza anche la digestione e il grasso si accumula più facilmente.

Una delle regole più importanti per una corretta alimentazione è quella di non assumere troppi grassi e zuccheri. È importante quindi ridurre il consumo di tutte quello bevande zuccherate e cibi confezionati ricchi di zuccheri e limitare l’uso di sale e di condimenti ricchi di grassi. Esperti del settore affermano infatti che non è tanto cosa si mangia, ma come si cucina il cibo.

Cosa mangiare a colazione

A colazione non rinunciate al caffè o al the. Potete però aggiungere un bicchiere di spremuta fresca d’arancia o di pompelmo, oppure un frutto e dei cereali, possibilmente non (troppo) zuccherati. Ottima idea anche la frutta secca, come mandorle, anacardi o noci. Se vi piace lo yogurt, potete optare per quello naturale o quello greco e aggiungere frutta fresca (o secca), un po’ di marmellata o miele.

La colazione è il pasto più importante, quello che ci dà la carica per affrontare l’inizio della giornata con sprint.

Qualche idea per gli spuntini

Nel pomeriggio invece, se proprio si vuole, si può mangiare frutta, consigliatissima quella di stagione, ma anche frutta secca come mandorle, noci o anacardi.
Gli spuntini sono importanti perché aiutano a spezzare l’appetito tra un pasto principale e l’altro, ma non esagerate.

Assumere 5 porzioni di frutta o verdura ogni giorno

È bene consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno. Sono ricche di vitamine e minerali, un toccasana per il nostro organismo! Frutta e verdura sono preziosi alleati per rafforzare le difese immunitarie e per proteggere le vie respiratorie.
Con i bambini a casa sarà più difficile, ma è bene abituarli subito! Con i vegetali si possono fare tantissime ricette che faranno vedere in modo diverso questo nemico agli occhi dei nostri piccoli famigliari. Potreste coinvolgerli nella preparazione e farvi aiutare da loro.

Dedicare più attenzione e tempo alla preparazione

Stare in casa ci permette di avere più tempo da dedicare alla preparazione dei nostri pasti. Questo è un gran vantaggio: invece di usare cibi pronti, possiamo cucinare i prodotti freschi, più genuini e ricchi di gusto, ma senza i conservanti dei piatti confezionati. In più, è una di quelle attività da condividere con il resto della famiglia. Coinvolgere i bambini nella preparazione dei pasti eviterà capricci e “non mi piace” perché si sentiranno forti di aver contribuito!

Alternare le proteine

Alimenti non meno importanti in una dieta ricca di nutrizionali sono i legumi, ricchi di fibre e molto utili per l’attività fisica. Potete alternare il consumo di carne e pesce con legumi o con le uova.

Ricordarsi di bere: l’idratazione

Un’altra cosa molto importante che spesso diamo per scontato è l’idratazione. È importantissimo, soprattutto per chi ha la possibilità di fare attività fisica in casa o intorno a casa, bere, bere tantissima acqua, se possibile ricca di sali minerali, molto utili per preservare le difese dell’organismo, contribuendo all’ottimizzazione della risposta immunitaria.

Bonus extra: una buona alimentazione associata a un po’ di attività motoria e di aria fresca

Fare attività fisica

Non dimenticate di fare un po’ di attività fisica. Ne abbiamo già parlato nelle scorse settimane: ci sono esercizi semplici da fare in casa oppure qualche consiglio (e un video) per praticare lo yoga.

Esporsi al sole e fare scorta di vitamina D

È vero, non possiamo uscire, ma nessuno ci vieta di andare in giardino o di uscire sul balcone. Approfittate del dopo pranzo o di una pausa nel pomeriggio e godetevi aria fresca e sole (anche se il cielo è coperto).

Prendersi cura di sé

È vero, rimanere chiusi nella propria abitazione e dover sottostare anche alle “regole” del nostro organismo non è facile, non lo è per nessuno, ma le settimane sono tante e non possiamo buttare via tutto il lavoro fatto fin qui. Dobbiamo tornare, se non più forti di prima, almeno come prima, per poter riprendere da dove avevamo lasciato, per ricominciare a uscire e fare tutte quelle attività che regalano adrenalina e liberano le endorfine.

Come sappiamo la salute viene prima di tutto. Per il nostro bene, non solo dobbiamo restare a casa in questo periodo, ma anche cercare di non rovinare troppo il nostro corpo, specialmente se si è già inclini all’obesità. Stare troppo fermi e non prendersi cura di se stessi probabilmente fa male più di ogni altra cosa. Anche un’alimentazione poco sana può farci male. Se siamo positivi al virus possiamo capirlo subito, se il cibo ci sta facendo del male no. Perciò preveniamo, aiutiamoci, cerchiamo di fare attività fisica in casa, come si riesce, anche solo correndo sul posto, ma muoviamoci, dopo sarà più facile ripartire.

Photo by Brooke Lark on Unsplash

Lascia una risposta

Privacy Preferences

visit our Privacy Policy page for more info.

When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in the form of cookies. Here you can change your Privacy preferences. It is worth noting that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we are able to offer.

Click to enable/disable Google Analytics tracking code.
Click to enable/disable Google Fonts.
Click to enable/disable Google Maps.
Click to enable/disable video embeds.
Il nostro sito web utilizza cookies, prevalentemente di parti terze. Definisci la tua Privacy Policy e/o accetta i termini della nostra cookie policy.